Home
[Logo VOLIS - Valutazione Online della LIS][Logo Fondazione Telecom Italia]
  • 1_oltre_parole.png
  • 2_per_capire.png
[Area Test]

In Italia molti operatori utilizzano la Lingua dei Segni Italiana (LIS) con bambini con difficoltà nella comunicazione parlata (sordi o udenti con disabilità intellettive o con disturbi dello spettro autistico) per la costruzione e il mantenimento delle relazioni sociali, per la comunicazione e per gli apprendimenti scolastici.

VOLIS - Valutazione online della LIS è un progetto condotto dall'ISTC-CNR grazie al contributo della Fondazione Telecom Italia, in cui è stata sviluppata una batteria di valutazione della comprensione della LIS per bambini segnanti, di età prescolare e scolare, somministrabile attraverso una piattaforma online.

Questo permetterà a tutti i bambini che utilizzano la lingua dei segni per comunicare di ottenere una valutazione strutturata e attendibile delle loro capacità di comprensione.

 

In Italia molti operatori utilizzano la Lingua dei Segni Italiana (LIS) con bambini con difficoltà nella comunicazione parlata (sordi o udenti con disabilità intellettive o con disturbi dello spettro autistico) per la costruzione e il mantenimento delle relazioni sociali, per la comunicazione e per gli apprendimenti scolastici.

VOLIS - Valutazione online della LIS è un progetto condotto dall'ISTC-CNR grazie al contributo della Fondazione Telecom Italia, in cui è stata sviluppata una batteria di valutazione della comprensione della LIS per bambini segnanti, di età prescolare e scolare, somministrabile attraverso una piattaforma online.

Questo permetterà a tutti i bambini che utilizzano la lingua dei segni per comunicare di ottenere una valutazione strutturata e attendibile delle loro capacità di comprensione.

 

Perché?

Perché?Le conseguenze legate ad alcune difficoltà come la sordità, le disabilità intellettive, i disturbi dello spettro autistico possono limitare gli apprendimenti scolastici, le relazioni sociali e, più in generale, la comunicazione. La Lingua dei Segni Italiana (LIS) può essere un'opportunità per i bambini che hanno difficoltà nella comprensione e nell'utilizzo della lingua parlata.

In Italia molti operatori utilizzano la LIS per costruire ponti che permettano di accedere a conoscenze e relazioni proprie di un mondo che altrimenti potrebbe essere vissuto come troppo lontano.

Ma cos'è che fa la differenza tra chi ce la fa e chi rimane indietro? Cos'è che guida la rotta dell'intervento? Come si possono rilevare e arginare eventuali ostacoli nel percorso di acquisizione della LIS?

Per dare una risposta a queste domande, occorre avere a disposizione strumenti affidabili che permettano di valutare in modo attendibile percorsi educativi e riabilitativi che utilizzano la LIS, condividendo la connessione tra saperi e obiettivi, per costruire percorsi efficaci nel potenziare gli scambi comunicativi, i percorsi logopedici e le proposte didattiche.

 

Per chi?

Per chi?Volis è rivolto ad operatori e professionisti che lavorano nell'ambito della comunicazione, del linguaggio e degli apprendimenti (neuropsichiatra infantile, psicologo, insegnante curricolare, insegnante di sostegno, educatore, logopedista, assistente alla comunicazione, docente di lingua dei segni, ricercatore...), ma anche a tutti i genitori di bambini, sia sordi che udenti, che conoscono ed usano la LIS.

Approfondimenti

 

Come?

Come?Attraverso l'accesso alla piattaforma Volis, disponibile online, è possibile proporre direttamente al bambino degli strumenti di valutazione della LIS, che possono essere utilizzati sia ai fini di ricerca che di intervento. In particolare, nella piattaforma Volis sono contenuti strumenti indiretti (proposti al genitore) e diretti (proposti al bambino).

Tra gli strumenti rivolti al genitore ci sono:

  • Il Primo Vocabolario del Bambino in Lingua dei Segni Italiana PVB-LIS
  • Un approfondimento sulla comprensione e produzione di Verbi di azione in LIS
  • Un questionario "Capire e produrre le prime parole e le prime frasi" per rilevare i comportamenti comunicativi, l'utilizzo di azioni e gesti, le competenze nella comprensione e produzione lessicale, nell'emergere delle competenze grammaticali, per bambini che, durante gli scambi comunicativi si avvalgono prevalentemente della lettura labiale.

Tra gli strumenti diretti al bambino ci sono:

  • due prove di comprensione di una narrazione in LIS:
    • Test di Comprensione di una storia I,
      per bambini di età inferiore ai 7 anni, o più grandi, ma con competenze nella LIS deboli (e/o scarsa esposizione alla LIS);
    • Test di Comprensione di una storia II,
      per bambini o ragazzi dai 7 anni in poi, con buone competenze nella LIS (e/o ricca esposizione alla LIS)
  • Test di Competenza Grammaticale in LIS

Nella piattaforma Volis è disponibile anche un questionario, denominato 'Biografia Linguistica', che raccoglie informazioni sul bambino, sulla sua esperienza scolastica, sulla sua famiglia  e sul contesto linguistico in cui vive.

Tramite la piattaforma, tutte le risposte date ai test vengono registrate ed archiviate all'interno di un database. Sulla base delle risposte fornite dal bambino, ed integrando queste ultime con le informazioni ottenute dall'analisi della Biografia Linguistica, verrà generato e restituito un profilo delle competenze in LIS del bambino.

Approfondimenti

 

Con chi?

[Gruppo di lavoro]Gli strumenti contenuti nella piattaforma Volis sono stati sviluppati attraverso la collaborazione tra persone sorde ed udenti con competenze nella LIS e nell'Italiano e con consolidata esperienza nella valutazione e nell'intervento educativo con bambini sordi ed udenti (con e senza difficoltà nella comunicazione) esposti alla LIS.

Approfondimenti

 

[Logo LaCAM][Logo ISTC][Logo CNR]

Privacy Policy